Ultima modifica: 17 gennaio 2020

PROMOZIONE E VALORIZZAZIONE DEL TERRITORIO ALESSANDRINO ATTRAVERSO I PERCORSI ESCURSIONISTICI ALL’ISTITUTO CAT – NERVI FERMI DI ALESSANDRIA

Il 13 gennaio 2020 presso  l’Istituto tecnico Nervi-Fermi CAT Costruzione Ambiente e Territorio di Alessandria  (ex Istituto Tecnico per Geometri ora compreso nell’IIS Vinci-Nervi-Fermi)  il funzionario della Provincia di Alessandria Gianni Lombardi ha illustrato  agli studenti delle classi prima e seconda CAT,  le modalità con cui è stata effettuata la mappatura dei sentieri del territorio alessandrino. 

Il funzionario ha spiegato come, percorrendo i sentieri con l’ausilio del GPS (sistema di posizionamento satellitare), sia stato possibile ottenere una restituzione del territorio con elevata precisione: ha illustrato inoltre la segnaletica utilizzata per l’individuazione dei sentieri, ha fornito ragguagli ai ragazzi circa le app che è possibile installare  sugli smartphone degli escursionisti per consentire loro di essere agevolmente rintracciati in caso di emergenza, ha illustrato poi le mappe realizzate attraverso l’uso di specifici programmi. 

Gli studenti hanno avuto quindi l’opportunità di conoscere un interessante aspetto del territorio alessandrino, e sono state fornite loro le indicazioni per poter scoprire ed apprezzare paesaggi meravigliosi, attraverso le numerose escursioni lungo i sentieri censiti, quali la salita sul monte Tobbio o sull’Antola. 

Le immagini e i racconti dei luoghi raggiungibili con le escursioni hanno affascinato i ragazzi, creando in alcuni di essi il desiderio di percorrere nella primavera i sentieri segnalati. L’analisi delle mappe ha permesso ai giovani di iniziare ad apprezzare concretamente la parte di programma scolastico del trienno relativa allo studio del territorio e le modalità di inserimento nello stesso di un tracciato stradale.

Un doveroso ringraziamento a Gianni Lombardi per l’opportunità offerta con entusiasmo ai ragazzi, creando in loro nuovi stimoli per la salvaguardia dell’ambiente, ed alla Provincia di Alessandria che, negli ultimi 10 anni, ha consentito e promosso la valorizzazione e la divulgazione di quella meravigliosa parte del territorio alessandrino che non tutti conoscono.